I.C.I.

Dichiarazione ICI

La dichiarazione è obbligatoria solo in certi casi
Non occorre presentare tutti gli anni (come si fa invece con i redditi) una dichiarazione per l’Ici. La dichiarazione è infatti necessaria solo quando si verificano cambiamenti nella situazione immobiliare del “soggetto passivo”, che facciano cambiare la cifra dell’imposta dovuta.

In altre parole, l'obbligo della dichiarazione Ici scatta solo quando, nel corso dell'anno precedente, si sono verificate le seguenti ipotesi:

  • il “soggetto passivo” ha ceduto o acquistato un immobile;
  • il “soggetto passivo” ha costituito, trasferito o acquisito un “diritto reale di godimento” (usufrutto, uso, abitazione) su un immobile;
  • l'immobile non ha più le caratteristiche per essere considerato esente o escluso dall'Ici;
  • infine, l'immobile ha cambiato caratteristiche.

Quando si presenta
La dichiarazione Ici va presentata, compilando il modulo apposito, entro lo stesso termine previsto per la presentazione della dichiarazione dei redditi. Il modulo si acquista nei negozi Buffetti e nelle maggiori cartolerie.

Per le persone fisiche, la dichiarazione va presentata entro il 30 giugno dell'anno successivo a quello nel corso del quale si sono verificate le variazioni.

A chi si presenta
La dichiarazione può essere presentata direttamente al Comune sul cui territorio si trova l'immobile: presso ciascun Comune esiste un “ufficio tributi” incaricato di ricevere le dichiarazioni di questo tipo. In alternativa, la dichiarazione può essere spedita al Comune per raccomandata senza ricevuta di ritorno.

La dichiarazione deve essere contenuta in una busta bianca, sulla quale deve essere scritto che si tratta di dichiarazione Ici e l'anno cui si riferisce la dichiarazione.

In caso di spedizione, il termine di presentazione è rispettato se la data di spedizione risultante dal timbro postale è precedente al termine di presentazione.