La multiproprietà

La multiproprietà, cioè la proprietà comune da parte di più persone di uno stesso immobile (specie di vacanza), è una forma d'investimento abbastanza recente. Per questa ragione si è verificato per qualche anno un vuoto legislativo di cui persone di pochi scrupoli hanno approfittato, ai danni degli investitori. Oggi per fortuna le cose dovrebbero esser cambiate sostanzialmente, grazie all'approvazione di nuove regole approvate per tutelare i sottoscrittori.

Le regole sono state sancite dal decreto legislativo 427/98 emanato in attuazione di direttive europee. Con questo provvedimento i contratti di multiproprietà sono trattati quasi come un investimento finanziario, soggetti all'obbligo del di prospetto informativo.
Informazioni, e diritto di recesso sono le principali cautele per il sottoscrittore.

Distinguere fra i vari tipi di multiproprietà

Sono in arrivo comunque nuove formule di multiproprietà.
Molto interessanti sono le formule che prevedono lo scambio della settimana all'interno di un circuito di iniziative immobiliari. Per esempio si può scambiare la propria settimana al mare con una in montagna, oppure in Paesi differenti da quello dove abbiamo acquistato noi.

Ad oggi, sottoscrivere l'acquisto di multiproprietà dovrebbe essere diventato cosa sicura, ma a patto di tenere gli occhi molto aperti.
È sempre buona cosa non trascurare di fare le opportune verifiche.